INPS per tutti

A partire dal 14 ottobre 2019, l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, ha avviato il progetto ‘INPS per tutti’. Si tratta di un servizio di consulenza gratuita, per aiutare soggetti in difficoltà a conoscere se hanno diritto ad una prestazione Inps, quale il Reddito di Cittadinanza, la NASpI, l’Assegno familiare o altre, e come accedervi.  Prevede anche l’assistenza per richiedere il PIN e inviare la domanda.

Lo scopo dell’iniziativa è quello di rendere più accessibili e concrete le prestazioni per gli utenti, soprattutto per i cosiddetti “burocraticamente esclusi”, ossia quelle persone che ne hanno particolarmente bisogno, ma si trovano in difficoltà perché, ad esempio, versano in condizioni di disagio, economico e/o personale, non hanno dimestichezza con gli strumenti digitali e/o sono in una situazione di emarginazione geografica. L’idea è quella di raggiungere questi soggetti nei luoghi in cui si trovano, per poterli supportare, individuare i loro bisogni e gli aiuti che gli spettano, e raccogliere le domande.

C’è inoltre il problema dei senza fissa dimora che non hanno residenza, problema al quale i comuni riescono in parte a ovviare. In questo progetto sono coinvolti non solo i comuni, ma anche le associazioni di volontariato che agiscono sul territorio a protezione dei più deboli. Abbiamo stipulato convenzioni ed accordi coi Comuni per raggiungere chi è afflitto dal bisogno. Ci sono situazioni in cui la distanza da superare è rappresentata dal digital divide. Per questo intendiamo concludere accordi anche con Comuni piccoli per la creazione di punti web attraverso cui fornire le informazioni di base. L’Istituto quindi è chiamato a esercitare un ruolo proattivo, anticipando il bisogno, perché l’Inps sa quando sorge un bisogno, come la nascita di un bambino o la perdita del lavoro, e quindi può informare chi ha diritto, può aiutare ad esercitare il proprio diritto.

In diverse città italiane, sono già stati attivati degli Info Point, presso i quali saranno presenti operatori Inps e di Comuni e Associazioni aderenti all’iniziativa per accogliere e aiutare gli utenti.

Possono accedere al progetto “Inps per tutti”, le fasce più deboli della popolazione, come, ad esempio: persone in stato di povertà assoluta, senza tetto o senza fissa dimora, abitanti di Comuni distanti dagli uffici dell’Inps, utenti non consapevoli dei propri diritti.

Rivolgendosi ad uno degli Info Point attivi, si potrà ricevere supporto da un operatore Inps che, attraverso un questionario online, potrà verificare se si ha diritto ai diversi benefici sociali.