DATECI RETTA: 3 grandi assemblee il 9 maggio e una manifestazione nazionale a Roma il 1 giugno

 

I Sindacati Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil annunciano l’avvio della mobilitazione dei pensionati per protestare contro la totale mancanza di attenzione nei loro confronti da parte del governo.

L’unica misura messa in campo è stata quella del taglio della rivalutazione a cui si aggiungerà un corposo conguaglio che i pensionati dovranno restituire nei prossimi mesi. La tanto sbandierata pensione di cittadinanza, invece, finirà per riguardare un numero molto limitato di persone e non basterà ad affrontare il tema della povertà.

Il governo si è mostrato del tutto sordo alle rivendicazioni e alle necessità dei pensionati italiani, accusati addirittura di essere degli avari per aver osato protestare a fine dicembre contro il taglio della rivalutazione. Le ragioni della manifestazione:

PER LA TUTELA DELLE PENSIONI

  • Perché questo governo ha tagliato la rivalutazione riducendo così ancora una volta il nostro potere d’acquisto;
  • perché bisogna ricostituire il montante come base di calcolo per chi ha subito il blocco;
  • perché la platea dei beneficiari della 14esima deve essere aumentata;
  • perché la previdenza deve essere separata dall’assistenza.

PER UNA LEGGE SULLA NON AUTOSUFFICIENZA

  • Perché il numero delle persone non autosufficienti cresce anno dopo anno;
  • perché milioni di famiglie sono in difficoltà;
  • perché è un’emergenza nazionale e servono più risorse;
  • perché bisogna definire livelli essenziali uniformi in tutto il territorio nazionale;

PER UN INVECCHIAMENTO ATTIVO E IN SALUTE

  • Perché gli anziani di oggi e di domani sono una risorsa e non un peso.

PER IL DIRITTO A CURARSI

  • Perché la nostra società sta invecchiando e servono risposte;
  • perché in questi anni è aumentato il numero delle persone che hanno rinunciato a curarsi;
  • perché il servizio sanitario nazionale deve essere adeguatamente finanziato;
  • perché bisogna superare le liste d’attesa e abolire i ticket;
  • perché i livelli essenziali di assistenza sanitaria devono essere garantiti in tutto il paese;
  • perché bisogna investire nella medicina del territorio, nelle cure intermedie e nella domiciliarità;
  • perché gli ospedali debbono funzionare bene in ogni parte del paese.

PER LA RIDUZIONE DELLE TASSE

  • Perché paghiamo più di tutti i pensionati d’Europa;
  • perché le risorse recuperate dalla lotta all’evasione e all’elusione devono essere destinate alla riduzione della pressione fiscale sui pensionati e sui lavoratori.