Regione Lazio: protocollo sperimentale d’intesa per la tutela della disabilità da patologie oncologiche

L’INPS, con comunicato dell’8 maggio 2018, ha reso nota la creazione di un protocollo sperimentale d’intesa per la tutela della disabilità da patologie oncologiche.
Un protocollo sperimentale d’intesa per la tutela della disabilità da patologie oncologiche è stato presentato a Roma l’8 maggio dal Presidente INPS Tito Boeri, dal Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e dal Presidente degli Istituti Fisioterapici Ospitalieri (IFO) Francesco Ripa di Meana. L’accordo permetterà l’attivazione tempestiva della pratica di invalidità presso l’INPS fatta dall’oncologo al momento della diagnosi.
Con tale documento, che avrà una durata di 18 mesi, si è voluto ridurre l’iter burocratico per il riconoscimento dell’invalidità civile, permettendo allo specialista oncologo, al momento della diagnosi, di avviare tempestivamente la pratica presso l’Istituto di Previdenza.
L’accordo in oggetto, firmato dall’INPS e dalla Regione Lazio nel dicembre 2017, consentirà ai medici oncologi di predisporre e di compilare “il certificato oncologico introduttivo”, e di inviarlo per via telematica all’Ente previdenziale, che acquisirà fin da subito – durante il ricovero o cura presso le Strutture sanitarie – tutti gli elementi necessari alla valutazione medico legale, evitando al malato eventuali ulteriori esami e accertamenti o richieste di documentazione integrativa, come cartelle cliniche, esami istologici o strumentali.
Ulteriore e significativo obiettivo perseguito dagli Enti firmatari dell’intesa è quello di favorire al massimo le collaborazioni istituzionali e migliorare il rapporto tra cittadino e Pubblica Amministrazione, soprattutto riguardo ai soggetti affetti da malattie oncologiche.
Infatti, la stessa convenzione che ha come oggetto l’accentramento degli accertamenti per l’invalidità civile, consentirà inoltre agli interessati di essere sottoposti ad un’unica visita INPS.
Di contro, nei casi di documentata gravità della patologia il giudizio medico per il rilascio delle prestazioni di invalidità potrà essere espresso agli atti con la certificazione specialistica oncologica della struttura abilitata, evitando quindi anche la visita da parte della Commissione medica INPS.
Il Protocollo sperimentale, diretto alla tutela della disabilità proveniente da patologie oncologiche è il primo accordo raggiuto in tale materia, che ha come finalità quella di perfezionare la stessa procedura e di conseguenza metterla a regime non solo per la Regione Lazio, ma renderla operativa su tutto il territorio.